Reati ambientali, la Lombardia scala la classifica PDF Stampa
Martedì 12 Luglio 2011 14:06

Con 1.619 infrazioni accertate lo scorso anno (il doppio rispetto al 2009), 1.340 persone denunciate e 474 sequestri, la Lombardia diventa la peggiore regione del Nord Italia per reati ambientali. E' quanto emerge dal Rapporto Ecomafia 2011 di Legambiente. Tra le infrazioni accertate lo scorso la maggior parte hanno riguardato il ciclo del cemento (370) e quello dei rifiuti (371) e nella particolare classifica relativa ai rifiuti la Lombardia è passata in 12 mesi dal 14esimo all' ottavo posto, prima fra le regioni del Nord.
"A questo punto – per Legambiente - l'attenzione non basta serve un passo avanti, perché non stiamo parlando di un rischio, ma di un fatto che già c'è". E per contrastarlo, "la magistratura e le leggi non bastano". Per Legambiente, infatti, "anche la società civile deve fare la propria parte". "E’ ora che l'imprenditoria sana della Lombardia che è di gran lunga maggioritaria reagisca con più forza e metta al bando quelle aziende omertose o conniventi che si macchiano dei più gravi reati contro l'ambiente".

Ultimo aggiornamento Martedì 12 Luglio 2011 14:07